Tag: Ray Ban 5268 Dimensions

Ray Ban 5268 Dimensions

Ray Ban Collezione 2016

Annota Anna Piaggi nel libro “Fashion Algebra”: il suono delle parole è importantissimo quanto il fruscio del taffetas . Di Anna Piaggi”, la celebre rubrica in doppia pagina ideata per “Vogue Italia” una mattina del 1988. Non c’è da stupirsi se nel documentario “Anna Piaggi.

Ben, alcolizzato quasi terminale, giustamente licenziato, va a Las Vegas per suicidarsi con l’alcol. Incontra Sara, prostituta disperata e masochista. Le loro miserie sono un ottimo collante. Jonny Johansson, Creative Director di Acne, presenta un progetto complesso realizzato in collaborazione con l’artista Katarina Jebb. Attraverso un lavoro di ricerca negli archivi del Musee Galliera, Katarina ha scansito una serie di capi storici, fotografandone gli interni : orli, cuciture, fodere, imbottiture, tutto cio’ che rimane nascosto all’occhio ma che e’ l ‘essenza della costruzione. Questo materiale si trasformato in collages astratti, vere opere d’ arte che diventano stampe e su cui Johansson ha creato la collezione, basata sul concetto di decostruzione e assemblaggiovarieta’ di lunghezze, dal corto al lungo fino a terranero, blu cina, azzurro, giallo, avorio, rosso, bordeaux, verdepelle, feltro di lana, maglia, jersey, viscosa, nappa metallizzata, rasovolumi generosi, asimmetrie sghembe, proporzioni rovesciate.

Porta il nome di una divinità indiana, scelto dalla madre su suggerimento di un guru, ma non è mai stato nel paese asiatico e non ha nessun interesse nelle filosofie indù. Nei primi anni della sua carriera musicale, cominciata nel 2002, ha inciso sette album. Da qualche tempo, invece, ha rallentato i ritmi, dato più spazio alla pittura ed esposto in gallerie e musei di tutto il mondo, fra cui quelli di arte contemporanea di San Francisco e Los Angeles e il Palazzo delle Belle Arti di Bruxelles.

Cause recenti e responsabilità remote di chi ha costruito male per risparmiare sul materiale e sulle tecniche, di chi doveva controllare, ma non lo ha fatto, agli amministratori che hanno favorito la speculazione a discapito della sicurezza dei cittadini. Interviste e testimonianze a sismologi, geologi, tecnici del territorio e delle costruzioni, avvocati e giudici arricchiscono questo film documento. Sangue e Cemento è stato realizzato dal Gruppo Zero, un collettivo di giornalisti, cineasti e comunicatori che producono documentari d’inchiesta per un’informazione corretta e libera da manipolazione.

Esordisce nel 1994 con il film tv La scena del delitto, seguito dal rocambolesco Agenzia Salvagente accanto all’esilarante Steve Martin, ma Liev Schreiber ha assaporato la popolarità solamente ventiquattro mesi più tardi, grazie al personaggio di Cotton Weary nella fortunatissima horror trilogy Scream. Dopo essersi poi distinto in pellicole come The Manchurian Candidate e Omen Il Presagio, l’artista è tornato con il raffinato lungometraggio Il Velo Dipinto al fianco dell’allora fidanzata, oggi moglie, Naomi Watts.Inoltre, nel 2007 gira The Ten con Jessica Alba nonché il drammatico L’amore ai tempi del colera di Mike Newell. Ultimo di sei figli, Liev ha un fratello anch’esso interprete: Pablo Schreiber.In nome di TolstojFiglio dell’attore teatrale Tell Schreiber (di origini germaniche), il piccolo di appena un anno si trasferisce con la famiglia in Canada.In seguito al divorzio dei genitori si stabilisce a New York con la madre Heather, una pittrice che annovera radici ebreo tedesche.Trovato un impiego come tassista, la donna va a vivere con i bimbi in un edificio abbandonato.Personalità decisamente eccentrica, Heather che adesso dimora presso un’ashram (comunità spirituale aperta a tutte le religioni) in Virginia, ha sempre proibito al ragazzo di guardare le pellicole a colori, facendogli cosi prediligere i vecchi classici, come quelli di Charlie Chaplin.Liev (si pronuncia Lee ev) deve il suo nome al grande Lev Tolstoj, autore preferito di mamma.Suo padre, tuttavia, sostiene di aver chiamato cosi il figlio per rendere omaggio al medico che durante il parto salvò la vita della moglie.Conseguito il diploma al Friends Seminary High School di Manhattan, il giovanotto frequenta l’Hampshire College di Amherst, nel Massachusetts.Deciso a diventare un commediografo, Liev viene dissuaso dagli insegnanti che lo incoraggiano a intraprendere la carriera di attore.

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie